ciao a tutti!

per la serie TIPS, oggi voglio condividere una lista preziosissima, un vademecum per il genitore to be, un fedele compagno che accompagnerà i dieci lunghi mesi di attesa del nano in arrivo.

La mamma, oltre a sbizzarrirsi in arredamenti shabby-chic in 50 sfumature di beige per la camera del nano, e a iniziare a comprare mille diverse tutine “a manica lunga-manica corta-caldo cotone-e cotone felpato”, avrà modo di intrattenersi durante le lunghe giornate del congedo di maternità per recuperare tutti gli elementi, indispensabili, della seguente lista bebè completa e aggiornatissima, che non vi farà mai cogliere in fallo da madre, suocera, amica “sonounamammaperfetta” etc etc 😉

Alcuni punti si riferiscono a suggerimenti ereditati a mia volta da amici che prima di me hanno avuto il dono di aspettare un bimbo, altri li ho integrati secondo la mia esperienza e per ciascuno vi darò la mia personale opinione!

  • Fasciatoio con cassettoni ed eventuale vaschetta per il bagno incorporata: non è fondamentale se avete un bagno opportunamente disposto con un’ampia superficie di appoggio e cassetti a portata di mano; noi necessariamente l’abbiamo dovuto comprare, ma la vaschetta incorporata io l’avrò usata un paio di volte; finchè sono piccoli, anche il lavabo è perfetto!
  • pannello multitasche da appendere in bagno per tenere tutto a portata di mano: idem come sopra, dipende dalla struttura del vostro bagno. Io ho trovato https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=thebabyfriend-21&o=29&p=8&l=as1&asins=B00GIREBC2&ref=qf_sp_asin_til&fc1=000000&IS2=1&lt1=_blank&m=amazon&lc1=0000FF&bc1=000000&bg1=FFFFFF&f=ifr” target=”_blank”>questa soluzione comodissima sbirciando su Amazon, che appesa vicino al fasciatoio, funge da pratico reservoir di tutto ciò che mi serve per il cambio, la toilette e la bellezza della nana;
  • set pettine/spazzola/termometro x bagno: un classico da inserire in lista;
  • forbicine arrotondate x tagliare le unghiette;
  • olio di mandorle e dischetti di cotone: se avrete una bimba, vi serviranno per lavarla bene dopo la popò;
  • crema x sederino: ce ne sono una miriade, tutte valide, dipende da quale vi piacerà di più: dalla classica Fissan plurideclinata (alta protezione, pelli sensibili etc), alle varie Bepanthenol, Babygella e poi la linea Alebehr, di cui parlerò prossimamente;
  • prodotti x bagno, olio massaggio, crema  viso: anche qui diverse marche di buona qualità tra cui scegliere;
  • amido di riso per il bagnetto: rinfresca e idrata la pelle del vostro nanetto, ottimo in estate anche per prevenire e curare la classica sudamina;
  • spugna di mare per il bagnetto: non servono spiegazioni; ricordatevi di sciacquarla bene con acqua fredda dopo ogni utilizzo;
  • vasca con doppia seduta per il bagnetto: se avete solo il vano doccia in bagno, prima o poi dovrete comprarla per lavar il nano quando il lavabo gli andrà ormai stretto,
  • scatola di kleenex da tenere a portata di mano in bagno per ogni evenienza;
  • termometro pediatrico : qui ci sono varie scuole di pensiero. Inizialmente avevamo comprato quello che si appoggia sulla fronte, ma siamo stati cazziati ripresi dalla pediatra perchè pare non sia attendibile. Poi abbiamo comprato quello classico pediatrico che si mette sotto l’ascellina e suona quando ha registrato la temperatura. L’ultimo acquisto, chapeau a chi l’ha inventato, è il termometro a ciuccio! Ancora non è stato provato, ma se funziona è geniale.
  • aspiratore nasale e spruzzini di acqua di mare: una sana e corretta abitudine è fare lavaggi nasali fin dai primi giorni di vita, per tenere pulite le mucose e facilitare la respirazione nanesca. E’ preferibile tenere in casa sia la soluzione isotonica per l’uso quotidiano, sia quella ipertonica per gli stati flogistico-infiammatori del rinofaringe;
  • mangiapannolini: prima di entrare in questo meraviglioso universo, mangiapannolini era un termine a me del tutto sconosciuto. Adesso, è la salvezza. Si tratta di un cestino con un’apertura a valvola in cui gettare i mefitici prodotti delle nostre creature. Un toccasana per l’atmosfera del bagno, che comunque verrà irrimediabilmente appestata quando lo si apre per eliminare il successivo. Ricordatevi di comprarne anche le ricariche!
  • traversine usa e getta in carta impermeabili: da sistemare sotto il nano al cambio del pannolino, quando fa pipì (o popò) a tradimento;
  • garze sterili: indispensabili nei primi giorni al rientro dall’ospedale per pulire e medicare il cordone, pulire gli occhietti etc;
  • sterilizzatore biberon e biberon vari (prendeteli della stessa marca sennò magari non ci stanno): questo vale per le mamme che non allattano esclusivamente al seno;
  • eventualmente scaldabiberon: ne ho provati un paio, ma nessuno faceva al caso mio, usavo quindi microonde o il vecchio sistema a bagnomaria 😉
  • scovolino per lavare i biberon;
  • scaldabiberon da viaggio
  • trio : passeggino, navicella e ovetto x auto, sono come il Creatore, uno e trino: un telaio di supporto su cui far ruotare all’occorrenza la navicella, indispensabile per i primi mesi (o almeno finchè il nano ci sta dentro), l’ovetto sia per le passeggiate sia per il trasporto in auto dopo i tre mesi, e infine il passeggino per quando sarà più grande. Insieme al trio di solito viene data in dotazione anche una borsa da appendere al passeggino per trasportare la paccottiglia del nano;
  • culla o lettino con paracolpi e, se lettino, il riduttore per contenere il nostro amato esserino nei suoi primi mesi;
  • materasso e cuscino antisoffocamento, lenzuola (quelle con gli angoli ca va sans dire sono le più comode) , coprimaterasso in spugna;
  • sacco-nanna: una specie di sacchetto con buchi per le braccia e la testa (ovviamente 😀 ) in cui inserire il nanetto che di notte tende a muoversi e scoprirsi e restare quindi al freddo; col sacco-nanna avrete tronco e gambe al calduccio, per le braccia potete ovviare con un golfino leggero sopra al pigiama. Per l’inverno ne ho comprato uno in ciniglia, mentre per la primavera ne ho cucito uno io in cotone leggero …messo 1 volta, perchè quando il nano poi cresce, difficilmente ama essere avvolto come un salame. In ogni caso, utile.
  • vello per il passeggino: utilissimo regalo di un amico, il vello è un sacco con cinghie e fori che si applica al passeggino e lo tappezza di morbida lana di agnello durante il gelido inverno, con effetto assicurato;
  • baby monitor: io ho scelto quello solo audio, senza il video, utilissimo quando si mette a letto il piccolo in una stanza e noi si vada in un’altra; quelli che hanno un sensore sotto il lettino sensibile al movimento pare non siano del tutto attendibili e fanno a volte prendere epici spaventi se apparentemente non registrano respiro/movimenti;
  • body e tutine: nell’attesa della piccola sono diventata un’accanita shopper online, lasciandomi andare a comprare quello che sognavo di comprare da una vita ❤ , ma non avendo esperienza compravo di tutto. In realtà ho imparato che la praticità viene prima di tutto, e quindi consiglio di comprare quelli che si allacciano davanti per tutta la lunghezza senza passare dalla testa, che sono i più comodi e non infastidiscono un nano talora irritabile;
  • ciucci in silicone (i batteri non proliferano sopra) e cordicella con molletta per ciuccio;
  • bavaglini come se piovesse, meglio quelli con bottoncino o velcro piuttosto che quelli che si legano con i lacci; sono utili anche quelli usa e getta con piccolo reservoir anteriore, per quando si passerà allo svezzamento con pappe;
  • accappatoio e asciugamani morbidi; mi avevano regalato un accappatoio con ciabattine abbinate, per zampette mignon: tenerissimo e stupendo a vedersi, ma mai usato 😉
  • salviette umidificate per il cambio del pannolino;
  • 2-3 sondini rettali pediatrici; non sono fondamentali, dovete dare retta al pediatra per tutto quanto riguarda la salute del nano, ma essendo io medico mi sono sentita più tranquilla a tenerne un paio in casa per aiutarla nelle giornate “no”;
  • camicino della fortuna (deve essere regalato) e messo appena nato quando lo vestono, sotto il body e tutina.
  • cuffiette per neonato, per i primi giorni in ospedale;
  • calzine per neonato; se avete le tutine con i piedi, sono pleonastiche;
  • non dimenticate di fare una bella scorta di PANNOLINI!!! 😉
  • puzzino come lo chiamo io, ovvero il pupazzo dudù con cui dormire nei mesi dell’attesa perchè prenda  l’odore della mamma e del papà;
  • pesa per neonati: a me l’ha prestata una cara amica, le affittano anche in farmacia o nei negozi specializzati (tipo Bimbostore) se non volete fare una spesa che tutto sommato non è fondamentale;
  • fascia o marsupio se si vuole, la fascia può essere utilizzata praticamente da subito (io ho comprato questa), il marsupio dai tre mesi;
  • sdraietta se si vuole;
  • palestrina: più avanti, tipo dai 3-4 mesi;
  • umidificatore per l’inverno;
  • seggiolone per la pappa; io ne ho provati diversi, poi distribuiti strategicamente a casa dei nonni, ma quello per me più comodo è della Cam;
  • seggiolino per il tavolo: questo è stato uno dei regali più utili che abbiamo ricevuto, non richiesto perchè non ne conoscevo l’esistenza, ma è davvero fantastico perchè si adatta pressochè ad ogni tavolo e ovvia alla mancanza di seggiolone quando siete in giro con il piccolo, al ristorante come a casa di amici (guardate quanti ce ne sono qui);
  • il cuscino antisoffoco con morfologia a cuneo, da usare a letto quando il nano è raffreddato per sollevargli un po’ la testa e aiutarlo a respirare;
  • utile ma non indispensabile, un pannello multitasche da appendere al sedile anteriore dell’auto in modo che sporga posteriormente, per avere sempre a portata di mano ciucci, bibe, fazzoletti di carta e quant’altro durante lunghi tragitti in auto.

A conclusione di tutto vi chiedo: lista baby sì o lista baby no?

voi l’avete fatta? avete fatto richieste particolare ad amici e parenti? e infine se volete averla sotto mano, stampate qui in versione pdf the ultimate list

ciaooo

Annunci