E’ a tutti noto che un bimbo piccolo in casa per troppo tempo si annoia, rendendo difficile la giornata anche i suoi amati genitori; abbiamo quindi organizzato il nostro soggiorno montano in modo da fare più escursioni possibili, mostrando alla nana le meraviglie del trekking in Val d’Aosta.

E’ stata quindi oggi la volta di Pont, in fondo alla Valsavarenche, all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso, che ci ha visti protagonisti di una bella gita in una giornata ahimè uggiosa.

La località dista circa 50 km da Courmayeur, e ci si arriva facilmente, pur affrontando vari tornanti man mano che la strada inizia a inerpicarsi per i monti (si arriva a 2000 metri circa), nel contesto del Parco con bellissimi paesaggi verdeggianti.

Una volta giunti al grande parcheggio alla fine del paese di Pont, da lì si può scegliere se partire per un rifugio o un alpeggio, certamente percorsi mediamente impegnativi, oppure farsi una breve camminata di appena 15 minuti nella natura, fattibile senza difficoltà anche con il passeggino, e raggiungere il rifugio Tetras Lyre, dove rifocillarsi.

secondo voi noi che opzione abbiamo scelto?  😉

Come facilmente intuibile, la seconda, e quindi ci siamo fatti una bella passeggiata, osteggiati dal forte vento e anche da una lieve pioggerella, fino a raggiungere questo grazioso ristorante, dove abbiamo mangiato discretamente bene, senza raggiungere sublimi vette tuttavia.

C’è la sedia rialzata per i nani, non c’è il fasciatoio, ma è disponibile una comoda e spaziosa superficie in legno proprio di fronte al bagno per eventuali necessità di cambio, non c’è menù bimbi, ma ci si può arrangiare con le varie portate del menù, inoltre il servizio è stato veloce. C’è anche un’altalena nel prato antistante il locale, che ci sta sempre bene.

In conclusione secondo me il ristorante merita 2,5 bavaglini su 5, un‘aurea mediocritas  senza infamia e senza lode.

PS: non accettano carte di credito. Prelevate!

pont IMG_1599 IMG_1600 IMG_1601 IMG_1603 IMG_1604 IMG_1610

Il pezzo forte della giornata però è stata la visita al Parc Animalier di Introd, sulla via del ritorno dalla Valsavarenche.

Si tratta di una sorta di zoo in stile montanino, organizzato in ampi recinti localizzati su un terreno scosceso che riproduce i naturali cambiamenti di altezza della montagna,  con numerose irte salite per cui è necessario un buon fiato, che incanta i nanetti con la presenza di volpi, camosci e caprioli, cervi, gufi e civette delle nevi, marmotte e lepri. Assolutamente consigliato per trascorrere una mezza giornata nella natura in tranquillità e con la sicurezza che i vostri bimbi ameranno gli ospiti del parco. C’è anche la possibilità di fare un pic-nic all’interno della struttura, se vi portate la pappa da casa.

parc animalier introd IMG_1620 IMG_1633 IMG_1634 IMG_1640 IMG_1647 IMG_1648 IMG_1649 IMG_1651

ecco i riferimenti online

http://www.rifugiotetraslyre.it/it/

http://www.parc-animalier-introd.it/parc-animalier-introd2 

Annunci