Sabato sera sono stata all’inferno. Più precisamente, mi sono trovata nel girone dei golosi.

In questo inferno ci potete andare anche voi, si trova a Pavia, in viale Partigiani, ha aperto da poco e risponde al nome di Pizzeria Tourlè.

Brevemente vi spiego ora perchè l’esperienza è stata, personalmente, infernale.

Per trascorrere una bella serata in compagnia di amici con figli piccoli al seguito, abbiamo deciso di provare questa nuova pizzeria con zona bimbi, che ha da poco aperto i battenti a Pavia, recente nata di una catena specializzata in giropizza, il Tourlè appunto, di cui trovate maggiori informazioni qui.

Il locale è grandissimo, ospita circa 550 coperti, carino , luminoso ma con una sala enorme dove il frastuono è notevole, chiaramente strapieno, soprattutto di famiglie con bambini.

L’offerta è certamente allettante: se decidete di fare il menù base, voi adulti pagherete 12 euro per avere il giropizza con portate di pizza “fino a murì”, bibita e caffè inclusi, mentre per i bimbi fino a 8 anni, per lo stesso menù pagherete 8 euro.

La pizza è buona, la varietà ampia, c’è anche quella senza glutine per chi ne sia intollerante.

E allora perchè l’inferno, che detta così sembra sia stata una serata tremenda?

Perchè baccano a parte (forse io ormai sto invecchiando e divento intollerante 😉 ), la cosiddetta area bimbi è una cubo trasparente che sembra di ammirare l’Apple store sulla Fifth avenue di New York 😀 (con molta fantasia) , con all’interno una struttura a due piani quadrata composta da scale e pannelli morbidi, scivoli e sacchi pendenti tipo per la boxe, brulicante di decine di bambini vocianti, di tutte le età: da quelli che appena si reggevano in piedi da soli, fino agli 8-10 anni, che accalcati e invasati si rincorrevano su e giù per la struttura stessa, a  volte calpestandosi (i grandi sui piccoli), e completamente fuori controllo. I bimbi felicissimi ovviamente , la mia era sudata marcia e non ha toccato cibo  (se ci andate, i piccoli vi consiglio di farli mangiare prima a casa tranquilli), euforica e alla fine esausta e stravolta dalla stanchezza, ma per i genitori si prospetta una serata impegnativa, a far la spola tra il proprio tavolo (quindi se prenotate chiedete il tavolo vicino all’area bimbi) e il castello dei giochi, pertanto la serata per i genitori non è il massimo del relax…per usare un eufemismo.

Certo se il vostro bimbo è grandicello e non necessita di costante supervisione, allora lo farete felice e voi mangerete una buona pizza in compagnia dei vostri amici, lasciando lui temporaneamente al suo destino, io vi ho espresso il mio punto di vista e sono curiosa di conoscere le vostre impressioni.

Seggioloni ce ne sono in abbondanza, in bagno non c’è un vero fasciatoio, ma una superficie non attrezzata ampia e pulita che potrete utilizzare facilmente.

In conclusione, dal punto di vista dei vostri bambini, il posto è il paese dei balocchi, accantonate l’egoismo e una volta portateceli. una volta. 😉

4 bavaglini su 5.

Annunci