Temporaneamente sopraffatta dall’ondata di  emozione e soprattutto impegno che l’arrivo di una nuova vita nella propria comporta…nonchè in stato di coma da privazione di sonno in cui verso per il resto del tempo libero, mi affido a voi mamme e alle vostre esperienze per portare avanti il blog in queste settimane, con l’impegno di tornare a breve a testare in prima persona i locali e le attività a misura di nano.

vi offro quindi le recensioni di due mamme, che conoscono bene la manifestazione e ci regalano il loro contributo. Leggiamo di seguito le esperienze rispettivamente di Emma e di Nicoletta.

Ieri siamo stati al Seridò 2016 e ho pensato di farne una recensione in modo da farvi decidere se partecipare alla prossima edizione.
La fiera è a Montichiari, vicino Brescia. Noi siamo arrivati con calma intorno a mezzogiorno (il prossimo anno mio figlio Matteo ha sentenziato che dobbiamo svegliarci prima); sono circa 150 km da Pavia, ma è molto comodo da raggiungere essendo quasi tutta autostrada.

La fiera è organizzata benissimo, ci sono diversi padiglioni e aree esterne.                       In ogni padiglione sono presenti servizi igienici (pulitissimi nonostante un’affluenza altissima), con parcheggio per passeggini e nursery. Noi abbiamo visitato innanzi tutto il padiglione delle costruzioni in cui siamo rimasti circa due ore. Sono presenti varie aree, Matteo ha adorato le costruzioni con i tubi, l’area kapla (abbiamo costruito una torre in cui gli ultimi mattoncini sono stati messi dalle spalle del papà), la pista dei bottoni e delle biglie, le piste delle trottole e le lavagne magnetiche con lettere e forme. Abbiamo sorvolato le aree con i trenini, i trattori, i chiodini perchè a lui non interessano.
Abbiamo pranzato nell’area picnic con quello che ci eravamo portati da casa, ci sono comunque molti stand e in ogni padiglione è presente un piccolo bar. Per l’acqua erano presenti dei bancali a libera fruizione per cui si chiedeva un’offerta per la costruzione di una scuola in Africa.
Dopo pranzo ci siamo dedicati al fisico: area sport. Si poteva giocare a calcio, basket, giro di pista con il monopattino, atletica (staffetta, marcia, salto in alto e lanci), tiro con l’arco, arrampicata, percorso di equilibrio e si poteva fare il giro in bici con la polizia stradale che rilasciava la patente per la bici e a piedi. E poi in questa area è presente la sabbiera, che non è una sabbiera ma una spiaggia! Credo che dentro ci fossero 300 bambini! e devo stare a raccontarvi da dove ho tirato fuori la sabbia al mio quasi seienne? 😉
A questo punto abbiamo fatto il giro sul trenino e qualche laboratorio (solo didò e colorato la maschera di argilla) e poi abbiamo visto uno spettacolo al teatro (molto carino, tutti i bimbi estremamente coinvolti!). So che fanno tre spettacoli ad intervalli di 40 minuti, ma noi non abbiamo avuto il tempo di vederli tutti.

Abbiamo fatto i giochi all’esterno (labirinto, due mega gonfiabili, tappeti elastici e pista delle macchinine) e poi siamo entrati in due padiglioni con i gonfiabili (non solo quelli,  ma diciamo che erano quelli in prevalenza). Ecco lì l’istinto era togliersi le scarpe e saltare insieme ai bambini! A Matteo sono piaciuti moltissimo un bruco e un trenino in cui soffiava l’aria e per uscire dovevano oltrepassare degli ostacoli, ma c’era davvero di tutto: castelli, principesse, impero romano, minions, topolino, labirinti, cunicoli, scivoli…..
Siamo usciti alle 19 in chiusura con un bimbo sporchissimo, ma molto felice!
E una marea di complimenti agli organizzatori: c’era una marea di gente eppure tutti gli animatori sempre sorridenti hanno aiutato chiunque (l’area bimbi smarriti è stata frequentata abbastanza e a tutti consigliavano di scrivere il numero di cellulare del genitore sul braccio o sulla maglietta del bambino), i bagni puliti oltre l’immaginazione, le file contenute e comunque tutti i bimbi venivano invitati ripetutamente a rispettarle e non ho visto nessuna lite, cestini per l’immondizia sempre disponibili….
Insomma è stata proprio una bella giornata! e a costo contenutissimo considerate tutte le attività (bimbi gratis fino a 12 anni, gli altri 11 euro a persona).

Davvero fa venire voglia di andarci! ora tocca a Nicoletta parlarci di Seridò:

Ringrazio pertanto Emma G. e Nicoletta B. per il loro contributo  e testimonianza relativa a Seridò, una grande fiera per bambini con giochi e attività, che non conoscevo, ma che sembra davvero divertente e soprattutto una specie di paradiso in terra per i nostri bimbi…sicuramente incuriosita e invogliata, per ora pubblico l’entusiastica recensione della mamma, ma quando lo proveremo anche noi, vi darò anche la mia opinione!

qui un’occhiata al sito: http://www.serido.it/

enjoy it

serido

 

grazie alle mamme e aspetto i vostri commenti!

photo credits: il sito ufficiale di Seridò.

Annunci