Ogni volta che faccio due passi nel centro della mia Pavia per un po’ di necessario e rigenerante shopping, la mia attenzione è ormai prevalentemente calamitata dai negozi per bambini, più che da quelli destinati a me (o almeno un 50% e 50% eh!!).
Ripasso mentalmente  il guardaroba delle nane, ripiano per ripiano, cassetto per cassetto e con la precisione di un contabile stabilisco ciò di cui hanno (o non hanno) bisogno.

Ma poi…come resistere a gonne in tulle per ballerine in erba, cardigan sberluccicanti, fuseaux di maglia…il sogno di ogni bambina (o ancora più della sua mamma?!).
Fatto sta che se ogni tanto un capo nuovo, e magari anche di marca, si crea uno spazietto nell’armadio delle nane, la dura verità è che l’abbigliamento per bambini, soprattutto se di qualità e con fantasie e disegni fuori dall’ordinario, costa un botto.

Allora sfogliando i vari cataloghi che regalano nei negozi per fare pubblicità, mi sono fatta venire qualche idea per personalizzare i capi delle mie bimbe, partendo da una base di buona qualità, ma dai prezzi abbordabili.
Non sapendo (ancora) lavorare a maglia, ho comprato un paio di maglioncini lisci senza decorazioni nè disegni (di una notissima catena spagnola, avrete certo capito quale…), e poi ho fatto incetta di ponpon colorati in una merceria fornitissima della mia città: con un maglioncino color taupe, per la mia signorina li ho comprati nei colori rosso, rosa e cioccolato. Per un maschio potete pensare al blu, al verde e magari anche al giallo, secondo la vostra fantasia e il vostro gusto.

Armata di ago e filo ho disposto i ponpon sul davanti della maglia senza seguire uno schema predefinito, e poi li ho semplicemente cuciti, ancorandoli bene al tessuto sottostante…e il risultato è stato davvero gradevole!

Per movimentare ulteriormente il modello ho cucito un ponpon singolo sulla manica sinistra.
Potete ispirarvi al mio lavoro oppure anche disporli in modo da comporre l’iniziale del nome del vostro bambino sul maglione, rendendolo ancora più unico!

Il maglioncino di base: semplice, senza ricami nè scritte.
Un dettaglio della decorazione.
Guardate che carino!

Un’altra idea che vi suggerisco per creare un maglioncino pressochè unico, utilizzando in questo caso materiale di riciclo, è quella di prendere un pullover del vostro bimbo che ormai siete stufe di vedere o che volete semplicemente rinnovare un po’, e sostituire le maniche con un paio di calze. Sì sì, proprio le calze! Avete presente quando il piede di una calza, preferibilmente del vostro compagno (perchè sono più grandi) si lisa sul tallone e sull’avampiede, mentre la gamba resta ancora bella? Andrebbero buttate perchè innegabilmente immettibili…ma in fondo in fondo spiace un po’. Allora se sono delle belle calze colorate, magari a righe o in fantasia, perchè non utilizzarle in modo creativo per confezionare le maniche di un maglioncino da bimbo? Il fondo è già rifinito, basta cucirle a macchina alla maglia da svecchiare a livello delle braccia e il gioco è fatto!
Sarebbe preferibile abbinare maglione e calze che siano dello stesso peso, poi aggiustate lo scalfo delle maniche se troppo ampio, e sbizzarritevi con la fantasia!!
Io ho abbinato una canotta in maglia a coste che non avevo mai avuto occasione di mettere alla Nana1, con delle calze a righe che riprendono lo stesso verde…ed ecco il risultato:

Inserisci una didascalia

 

Annunci