Avete mai giocato al telefono senza fili​?

Sono sicura di sì, ma per rinfrescarvi la memoria è quel gioco in cui, in gruppo, il primo della fila sussurra una frase all’orecchio del suo vicino, che farà altrettanto con l’amico di fianco e così via fino all’esaurimento dei partecipanti. L’ultimo della fila griderà infine ad alta voce quanto ha capito dal compagno: di solito l’esito è divertente perché la frase iniziale viene abbondantemente distorta. Ebbene, immaginatevi se quando parlate con la vostra mamma capisse come si suol dire “roma per toma”: dopo le prime volte in cui le battute si sprecherebbero, a lungo andare la cosa diventerebbe un po’ fastidiosa. Oltre a non capire noi, ben peggiore sarebbe il non capire le parole dei loro nipoti, che soprattutto se molto piccoli, vanno ancora molto a interpretazione, quando anche il tono e le piccole sfumature influiscono sulla comprensione del messaggio. Allora in occasione della festa della mamma, Amplifon ha voluto offrire la possibilità di una visita gratuita dell’udito, che effettivamente è un senso che viene spesso un po’ trascurato, tendendo a considerare quasi normale una caduta dell’efficienza uditiva andando in là con gli anni, in realtà anche in questo campo la prevenzione non è mai superflua. Come ci preoccupiamo di eseguire le mammografie con regolare cadenza o analogamente il pap-test, perché non prevenire invece che curare anche l’ipoacusia (come citava una famosa pubblicità di qualche annetto fa)? Non ho avuto occasione di portare la mia mamma alla visita per pregressi impegni, ma ho voluto comunque informarmi su cosa viene fatto in questa occasione. Sono quindi andata al centro Amplifon della mia città e ho trovato del personale gentilissimo che mi ha spiegato cosa si fa in pratica. Viene eseguito un esame audiometrico tonale, vale a dire una valutazione oggettiva della capacità uditiva, effettuato da un esperto del settore , per una durata di circa 20 minuti, con risultati che vengono comunicati immediatamente. A quel punto, se viene effettivamente riscontrata una ipoacusia, vengono proposte soluzioni personalizzate per ovviare al calo dell’udito, in modo da non vivere la necessità come una limitazione, ma come occasione per ritrovare la gioia di vivere e recuperare l’armonia in famiglia.

Ricordo ancora come mia nonna sbraitasse sempre contro il nonno, che non le dava mai retta millantando di non sentirci, intimandogli in dialetto “ma tè surd??”, ma io sospetto che in realtà il nonno fingesse di sentirci poco per arginare il fiume di parole che ogni giorno lo investiva in maniera incontrollata;) 😉

Invito quindi voi tutti a usufruire di questa iniziativa organizzata per la festa della mamma per fare una prova gratuita dell’udito alle vostre mamme presso un centro Amplifon a vostra scelta,e di approfittare per una visita anche in caso di acufeni o fischi all’orecchio, che possono essere molto fastidiosi.

Vi ricordo il numero verde per prenotare la visita 800 046 385,

oppure potete chiedere un appuntamento qui.

 

ecco una foto dei miei nonnini ❤ nonni

Annunci