In attesa di far crescere un po’ le nane e organizzare il mitico viaggio in Lapponia, per andare a trovare Babbo Natale direttamente in casa sua a Rovaniemi,  l’anno scorso ho preparato il terreno portando la Nana1 alla grotta di Babbo Natale a Ornavasso.

Ne sono venuta a conoscenza per caso leggendo una pubblicità sui social, ho approfondito la notizia e ho immediatamente prenotato una gita famigliare, coinvolgendo dei nostri cari amici sempre entusiasti e pronti all’avventura.

Ebbene, non sapevo neanche che esistesse e tantomeno dove fosse Ornavasso, ma ho scoperto che grazie alla fortunata e geniale direi, intuizione dell’ex sindaco del paese, anni e anni or sono, hanno sfruttato una cava naturale alle porte del paese per ricreare un antro abitato da Babbo Natale e la sua crew, il quale circondato da addobbi, pacchi e colori, immerso in un’atmosfera festosa e un po’ magica, accoglie in grembo i bimbi, si fa fotografare con loro, e raccoglie le loro letterine con i loro desideri più sinceri per il natale.

Ovviamente tutto commercialissimo, ma in modo discreto, anche i genitori saranno contenti di accompagnare i loro piccoli, che quel giorno saranno affascinati da tutto ciò che incontreranno, e davvero penseranno di essere nel paese dei balocchi, dove ogni desiderio si avvera: dal giro sul pony alle giostrine colorate, dallo zucchero filato alla sfilata delle renne, tanto vicine da poterle accarezzare.

Devo ammettere poi che l’organizzazione è stata (quasi) ineccepibile: poche code, un orario preciso per accedere alla grotta (ma qui abbiamo purtroppo atteso ben oltre il nostro turno…ma si sa, gli imprevisti accadono), spazi aperti e mai ressa. Per il cibo potete organizzarvi portandovi da casa qualcosa (e ve lo consiglio se avete un bimbo piuttosto piccolo, che non ama attese quando è ora di pranzo), altrimenti ci sono dei punti di ristoro con cucina al momento, disseminati lungo il percorso.

Usciti dall’autostrada ci sono sono tutte le indicazioni per raggiungere il parcheggio e da lì sarete guidati con professionalità fino alla meta, raggiungibile con il trenino.

img_6139

Consigliato a tutti, se decidete di andare prenotate però per tempo, tipo a settembre/ottobre per dicembre, per poter scegliere giorno e orario preferiti per accedere alla grotta. Vestitevi molto pesanti perchè starete all’aperto per tutta la durata della visita: imprescindibili guanti, sciarpa e cappello, soprattutto per i vostri nanetti!

Nel frattempo io mi sto documentando (e risparmiando!!) per andare a Rovaniemi…stay tuned 😉img_6148img_6175img_6185img_6198img_6152b

img_6155

Annunci